Parma, Maresca: “Contro di noi tutte vorranno fare la gara della vita. Accettiamo la pressione”

19/08/2021

18:28

Tempo di lettura: 3 minuti

Enzo Maresca, tecnico del Parma, è intervenuto alla vigilia del debutto stagionale in quel di Frosinone:

“Affronteremo una squadra rodata, ed è proprio per questo che non dobbiamo farci condizionare da una prestazione. Abbiamo un obiettivo, quello di maggio, e dobbiamo guardare a quello. La prestazione può essere migliorata, e sarà migliorata. Mi aspetto progressi dal punto di vista degli errori banali che abbiamo appena commentato. Quando commetti tanti errori banali com’è accaduto contro il Lecce poi diventa difficile non solamente per il Parma, ma per qualsiasi altra squadra”.

Il tecnico dei ducali avverte i suoi: “Il campionato che mi aspetto è un campionato nel quale contro il Parma qualsiasi squadra vorrà fare la partita della vita. In più abbiamo l’esigenza che è quella di provare a vincere, ma le pressioni quando ci sono fanno anche bene. A mio avviso è meglio avercele che non avercele. Va bene, le accettiamo e ci dobbiamo preparare“.

Sull’utilizzo di Tutino: “Ha detto che può giocare sia da esterno che da punta? Questa è la disponibilità che ci dev’essere da parte dei ragazzi. Tutino sicuramente ha dato grandissima disponibilità, e come lui ha detto può fare entrambi i ruoli, poi a seconda della gara e del momento vedremo come utilizzarlo”. 

Parma con alcune assenze: “Non saranno della gara Inglese, Correia e Mihaila, tutti gli altri sono a disposizione e in condizione. Felix veniva da una botta ricevuta alla spalla precedentemente, ora sta recuperando ma da martedì sarà al 100% con noi. Roberto ha avuto un affaticamento muscolare ma dovrebbe essere questione anche per lui di qualche giorno, e Mihaila sta recuperando con i tempi che tutti conosciamo”.

Il tecnico ha spiegato il day after dopo la brutta sconfitta in Coppa: “Alla squadra prima di questo debutto ho detto che bisogna continuare a lavorare, quello va fatto assolutamente. In Coppa Italia sono stati fatti degli errori che abbiamo esaminato e analizzato bene, noi dobbiamo continuare a fare quello che stiamo facendo dal primo giorno, non ho nessun dubbio che piano piano arriveremo dove vogliamo arrivare, al nostro obiettivo. Il giorno dopo Parma-Lecce abbiamo analizzato la gara, al sedicesimo minuto avevamo collezionato un gol, annullato, un altro gol valido e quattro occasioni davanti al portiere. Sei occasioni chiare in sedici minuti. Poi dopo abbiamo iniziato a commettere degli errori che ci hanno fatto perdere la fiducia, e quando perdi la fiducia è un problema. Abbiamo commesso errori a catena, ma a me è un qualcosa che non sorprende. Conosco la strada, conosco il processo, e questo fa parte del cammino che abbiamo intrapreso“.