Maxi-multa al Brindisi per violazioni disciplinari: lancio di bengala e oggetti in campo

Maxi-multa al Brindisi per violazioni disciplinari: lancio di bengala e oggetti in campo
Brindisi

Multe salate in arrivo per il Brindisi. Il Giudice Sportivo Sostituto, Avv. Cosimo Taiuti, assistito da Irene Papi e dal Rappresentante dell’A.I.A. Sig. Silvano Torrini, ha emesso provvedimenti disciplinari nella seduta del 28 novembre 2023, riguardanti le gare del 27 novembre 2023 della quindicesima giornata di andata del Campionato.

Comportamento Violento dei Tifosi del Brindisi

La Società Brindisi è stata oggetto di una severa multa di 5.000 euro, una decisione del Giudice Sportivo in risposta al comportamento inaccettabile dei suoi tifosi durante la recente partita. Nel Settore “Tribuna Ospiti,” i sostenitori hanno perpetrato una serie di violazioni, tra cui il lancio di bengala e oggetti sul terreno di gioco.

Gravi Infrazioni e Danneggiamenti

I comportamenti in questione includono il lancio di bengala in diversi momenti della partita, provocando danni al manto erboso sintetico e alla copertura della panchina. La lista delle infrazioni è lunga e preoccupante, con danneggiamento di seggiolini nel Settore riservato, creando una situazione di pericolo e interrompendo il normale svolgimento della partita.

Brindisi: Sanzioni e Motivazioni

Il Giudice Sportivo ha inflitto la multa di 5.000 euro come provvedimento disciplinare. Questa decisione non solo punisce il comportamento scorretto ma serve anche da deterrente per futuri episodi simili. L’obiettivo è garantire che gli stadi rimangano luoghi sicuri per tutti i partecipanti e preservare l’incolumità pubblica durante gli eventi sportivi.

Sanzioni Simili per Altre Società

Il Brindisi non è l’unica squadra ad aver ricevuto sanzioni disciplinari. Altre società, tra cui Foggia, Crotone, Avellino, Turris, Messina, Picerno, e Taranto, hanno anch’esse ricevuto multe per il comportamento violento dei loro tifosi durante le partite. Il lancio di oggetti sul campo, danneggiamento di strutture, e comportamenti pericolosi sono stati i motivi delle sanzioni.

Tutela dell’Ordine e della Sicurezza

Le multe inflitte dal Giudice Sportivo mirano a tutelare l’ordine e la sicurezza negli stadi. Queste decisioni hanno l’obiettivo di incentivare le società a implementare misure preventive ed educative per evitare episodi violenti da parte dei loro tifosi. La sicurezza è fondamentale per garantire un’esperienza sportiva positiva e senza rischi per tutti i partecipanti.

Responsabilità delle Società e Educazione dei Tifosi

In conclusione, le sanzioni disciplinari sono una forma di responsabilizzazione delle società. Queste devono assumersi la responsabilità di educare i propri tifosi e garantire un comportamento rispettoso durante le partite. Solo attraverso un impegno concreto verso la prevenzione e l’educazione sarà possibile creare un ambiente sportivo sicuro e accogliente per tutti.

In sintesi, le azioni del Giudice Sportivo evidenziano l’importanza di mantenere gli standard di comportamento negli stadi e sottolineano il ruolo cruciale delle società nel promuovere una cultura di rispetto e fair play tra i loro tifosi.