Il futuro di Rabiot: dialoghi aperti tra mamma Veronique e la Juve

Il futuro di Rabiot: dialoghi aperti tra mamma Veronique e la Juve
Rabiot (Instagram)

Il mondo del calcio è in fermento, cari appassionati! L’Allianz Stadium ha ospitato una presenza che non può essere stata altro che strategica: Mamma Veronique, l’agente numero uno di Adrien Rabiot, si è fatta vedere e non in maniera timida! La sua figura, ormai una costante quasi fissa sugli spalti, ha catalizzato l’attenzione ben oltre il semplice tifo. E poi, che dire di quell’abbraccio e quel saluto euforico con Cristiano Giuntoli? Scene così cariche di entusiasmo e complicità non potevano certo passare sotto traccia, lasciando tutti a domandarsi che aria tira nei corridoi bianconeri.

Queste immagini sono state immortalate prima del fischio iniziale del match con l’Atalanta e hanno fornito indizi lampanti su un clima di tranquillità e armonia tra la madre e agente di Rabiot e i vertici della Vecchia Signora. E come se non bastasse, la notizia si è diffusa come un’onda: Adrien è ben disposto a mettere il progetto Juve al centro dei suoi piani. Attenzione, però, appassionati del pallone: non stiamo parlando di un rinnovo siglato e consegnato, né di un patto esclusivo in questa fase delicata della stagione. Eppure, il segnale è chiaro come il sole d’estate: c’è piena disponibilità a sedersi al tavolo e a limare gli ultimi dettagli. Tutti vogliono trovare la quadra!

Rabiot e Juve: la voglia di continuare c’è

Passiamo ora alla situazione contrattuale. Adrien Rabiot ha acceso i riflettori sul suo futuro, dispensando speranze a tutti gli juventini con dichiarazioni che suonano come una dolce melodia: vincere con la maglia bianconera è stata un’esperienza estatica, e il centrocampista francese non vede l’ora di ripetere questa gioia, magari questa volta condividendola con i tifosi. Un invito a sognare a lungo termine, sebbene ogni decisione sia stata prudentemente posticipata alla fine della stagione. La Continassa diventerà dunque il palcoscenico principale per dipanare la nebbia che avvolge il futuro di Rabiot.

Ma quali sono le questioni chiave? La guida tecnica, innanzitutto, con Rabiot che non nasconde la sua preferenza per il mister Max Allegri. Poi il mercato, gli obiettivi stagionali, i possibili rinforzi e i tempi previsti per un assalto serio al titolo di campione d’Italia. Solo dopo aver chiarito questi aspetti si potrà parlare di emolumenti, con le proposte che dovranno essere almeno all’altezza dei 9 milioni netti a stagione che lo hanno convinto un anno fa. Ma non dimentichiamo, cari tifosi, che i pretendenti per il centrocampista non mancano: il Bayern Monaco lo corteggia, il Barcellona gli fa l’occhiolino, il PSG ci ripensa e la Premier League è pronta a entrare in scena. Eppure, prima di tutto ciò, ricordate, c’è la Juve!