Fine dell’era Martial a Manchester: il francese non rinnoverà con i Red Devils

Fine dell’era Martial a Manchester: il francese non rinnoverà con i Red Devils
Martial (Instagram)

All’orizzonte si profila un addio che potrebbe scuotere le fondamenta di Old Trafford: Anthony Martial, l’incisivo attaccante del Manchester United, sembra destinato a lasciare il club al termine della stagione in corso. Un finale di capitolo che si preannuncia denso di emozioni e riflessioni sul futuro di uno dei talenti più discussi degli ultimi anni nel panorama calcistico inglese.

Il contratto che lega il francese ai Red Devils giunge a scadenza a giugno, e benché nelle mani del Manchester United ci sia la carta vincente dell’opzione di prolungamento automatico, la dirigenza ha deciso di non giocare questa mossa. Una decisione che lancia il ventottenne nelle braccia del mercato estivo come un agente libero, una pedina appetibile per molte squadre che già pregustano l’idea di accaparrarsi un giocatore del suo calibro senza oneri di trasferimento.

Prima ancora che il sipario della finestra invernale dei trasferimenti calasse, erano circolate voci di un interesse proveniente dai lidi opulenti dei club dell’Arabia Saudita. Un’ipotesi che, tuttavia, non ha trovato riscontri concreti, lasciando Martial al suo destino sotto la pioggia grigia di Manchester.

Nella stagione in corso, l’attaccante, che ha recentemente raggiunto quota 28 anni, ha messo insieme la modica cifra di 2 gol e 2 assist in 19 apparizioni, un bottino che suona come un requiem per le aspettative riposte in lui.

Per Martial una avventura giunta al capolinea

Purtroppo, un infortunio all’inguine lo terrà fuori dai campi fino a metà marzo, un’altra tegola che si aggiunge al già fragile tetto della sua permanenza in Inghilterra.

Il suo viaggio con la maglia dei diavoli rossi iniziò nell’estate del 2014, quando il Monaco accettò di lasciarlo partire per la cifra record di 60 milioni di euro. Da allora, Martial ha solcato il rettangolo verde di Old Trafford in 317 occasioni, scagliando la sfera in fondo al sacco per 90 volte, un bilancio che, seppur rispettabile, lascia l’amaro in bocca a chi si aspettava che diventasse il faro dell’attacco mancuniano.

Ora, con il termine della stagione sempre più vicino, gli occhi degli appassionati si posano sul futuro dell’attaccante francese. Dove poserà il prossimo passo? Quali maglie si contenderanno la sua velocità, la sua tecnica, la sua imprevedibilità? La risposta, per ora, è celata nelle nebbie del mercato calcistico, ma una cosa è certa: l’estate porterà con sé un capitolo nuovo e, chissà, forse anche esaltante per la carriera di Anthony Martial. Nel frattempo, il pubblico di Old Trafford si prepara a rendere omaggio a un giocatore che, nonostante le altalene, ha saputo regalare lampi di stelle in un cielo spesso nuvoloso.