Cosenza, Goretti in conferenza: “Poco tempo, ma faremo di tutto per fare bene”

04/08/2021

17:54

Tempo di lettura: 2 minuti

Roberto Goretti, neo ds del Cosenza, si presenta. Obiettivi chiari e tantissimo lavoro da fare, peraltro in poco tempo

Ci troviamo di fronte una grande sfida, molto stimolante. Dobbiamo innanzitutto avere consapevolezza della scorsa stagione, degli errori. Io sono retrocesso dopo quattro playoff, conosco le dinamiche che influiscono su stagioni del genere. Il secondo aspetto è avere consapevolezza di dove siamo e da dove partiamo: all’inizio saranno fondamentali unione e armonia che sopperiranno alle difficoltà. Siamo a 9 giorni dalla Coppa Italia e a 17 dal campionato. Siamo in ritardo, con 7 giocatori sotto contratto dei quali due infortunati, che saranno assenti per le prime gare. Dobbiamo essere realisti“.

Sugli investimenti richiesti dalla piazza:  “Il budget va rispettato e questa cosa deve essere compresa anche dal tifoso. Con le nostre forze dobbiamo ottenere gli obiettivi prefissati. Il presidente voleva farmi un contratto triennale, ho chiesto io un anno. Questa è una garanzia, l’ho fatto anche negli anni precedenti a Perugia. Mi piace lavorare con un anno di contratto, per me è una garanzia sul lavoro

Idee molto chiare sulla composizione dell’organico: “Sarà una squadra giovane, mi piace lavorare con loro. I sei campionati di B con il Perugia, il gruppo aveva un’età media tra le più basse della categoria. I giovani hanno bisogno di guide e ci sarà bisogno di due o tre giocatori di esperienza e carisma. Vedremo cosa ci riserverà il mercato. Il tempo è quello che è. Il gruppo sarà formato da 17/18 giocatori da prima squadra e poi giovani provenienti dalla Primavera o alla prima esperienza tra i professionisti“.

Zaffaroni in pole per guidare la squadra: “Negli ultimi anni secondo me le migliori stagioni del Cosenza hanno visto la difesa a tre. Io sono convinto che in un determinato posto funzioni un certo tipo di calcio. E io credo che in questa stagione sia giusto puntare a un allenatore che abbia delle certezze sulla difesa a tre. Può essere giudicata una cosa intelligente o stupida, ma questa è la verità. L’allenatore arriverà al massimo tra due o tre giorni“.