Caso Scommesse agita il calcio campano: coinvolti ex giocatori del Benevento, Serie B sotto inchiesta

Caso Scommesse agita il calcio campano: coinvolti ex giocatori del Benevento, Serie B sotto inchiesta
Scommesse

Il mondo del calcio campano è sconvolto oggi dalle indagini sul caso scommesse, che hanno toccato anche la Serie B e, di riflesso, la Serie C.

Il focus principale è sulla passata stagione del Benevento, che ha visto la squadra retrocedere dalla Serie B alla Serie C. Secondo quanto riportato da Il Mattino, la Guardia di Finanza ha condotto una perquisizione a casa di Christian Pastina, difensore giallorosso, alle 7:20 di ieri, sequestrando i suoi dispositivi digitali.

Il caso scommesse: dichiarazioni e collegamenti

Il provvedimento è stato adottato in base all’articolo 4 della legge 401 del 1989, che proibisce agli sportivi di scommettere sulla disciplina che praticano. Pastina, tuttavia, ha dichiarato di essere estraneo alla vicenda, affermando che il conto gioco a lui riferibile era nelle mani dell’ex compagno di squadra Gaetano Letizia, attualmente alla Feralpisalò.

Caso scommesse: il coinvolgimento di altri giocatori

Gaetano Letizia è anch’esso coinvolto nelle indagini, insieme ad altri due ex giocatori del Benevento, l’attuale bomber della Cremonese Massimo Coda e l’attaccante del Cosenza Francesco Forte. Altre due persone non legate al mondo del calcio sono anch’esse coinvolte nell’inchiesta.

Reazioni delle Società

Al momento, le rispettive società dei giocatori coinvolti non hanno rilasciato dichiarazioni ufficiali, ma si attendono presto sviluppi in merito alle loro posizioni. Il Benevento, stando a quanto riportato, ha espresso delusione e amarezza per l’accaduto, sottolineando che nessun membro del club era a conoscenza delle puntate effettuate dai propri tesserati su siti di scommesse.

Prossimi sviluppi e ulteriori indagini nel caso scommesse

Michele Criscitiello, direttore di “Sportitalia”, ha anticipato ulteriori sviluppi nel caso scommesse, rivelando che le indagini a tappeto non sono ancora concluse. La Procura FIGC sta indagando su un club campano (non di Serie A) e sta interrogando diversi calciatori per partite dello scorso anno.

L’inchiesta si allarga e arriva in serie B

L’inchiesta sembra allargarsi in modo significativo, coinvolgendo non solo il Benevento ma anche altre squadre e giocatori delle categorie inferiori. I nomi di Christian Pastina, Francesco Forte, Gaetano Letizia e Massimo Coda sono al centro dell’attenzione, con l’accusa di violare l’articolo 4 della legge 401 del 1989, relativo all’esercizio abusivo di attività di luogo o di scommessa.

Scommesse: sono coinvolte altre persone

Inoltre, l’inchiesta sembra coinvolgere anche altre due persone estranee al mondo del calcio. Resta da vedere come evolverà la situazione e quali conseguenze avrà sulle squadre e sui giocatori coinvolti. La macchia dello scandalo scommesse si allarga, coinvolgendo sempre più il panorama calcistico italiano.